Girare la frittata: 4 metodi infallibili
23 Dicembre 2021

Come cuocere un perfetto hamburger

Se pensi che cuocere un hamburger sia un gioco semplice e che non ci sia alcun bisogno di leggere articoli come questo, probabilmente non stai leggendo queste righe. Se lì fuori che combini pasticci in cucina, preparandoti e servendo hamburger secchi e poco gustosi, pensando pure di esser Cracco. No, se sei qui a leggere il nostro blog è perché sai che esistono segreti per rendere migliori anche i piatti all’apparenza più semplici. E allora tu meriti di conoscere i segreti su come cuocere un perfetto hamburger.

Come è composto l’hamburger

Un hamburger può variare nella sua composizione. Di base, è composto da carne bovina cotta, ma – soddisfacendo più gusti e offrendo diversi tipi di apporti nutritivi - può essere anche preparato con carne di pollo, agnello, maiale e addirittura carne cruda (tartare). Molto sfiziosi anche i burger di pesce, vegetariani o vegani: questa, però, è un’altra storia.

 

Se sei qui a leggere il nostro blog è perché sai che esistono segreti per rendere migliori anche i piatti all’apparenza più semplici. E allora tu meriti di conoscere i segreti su come cuocere un perfetto hamburger.

Come si cuoce l’hamburger

Un perfetto hamburger lo si riconosce subito dal fatto che il suo padrone (in questo caso tu) lo tira fuori dal frigo almeno dieci minuti prima di metterlo in padella. In questo modo, l’interno non sarà freddo e non andrà ad abbassare la temperatura della piastra quando la incontrerà.

A proposito di piastre, se utilizzi una nostra padelle/bistecchiera/prodotto antiaderente sai che non devi metterci l’olio. E come regola generale, sai anche che devi riscaldarla prima di poggiarci sopra la carne.

Il minimo tempo di cottura per lato è due minuti, girando una sola volta. Non deve restare troppo tempo in cottura e non bisogna mai schiacciare l’hamburger, altrimenti perderà di gusto e sarà troppo secco. Evita la fiamma alta, una cottura troppo aggressiva farà il modo che la tua carne venga cotta troppo velocemente sull’esterno, lasciando l’interno crudo. In questo modo l’hamburger sarà morbido e gustoso.

Ovviamente, al di là di alcuni dettagli oggettivi, quello sulla cottura è solo un consiglio generale: sta a te, al tuo gusto e alla tua abilità fare una cottura al sangue, media oppure ben cotta.

Se ti piace il formaggio, allora ti piacerà anche sapere che il metodo migliore per lasciarlo a fondere sulla carne è dopo la cottura, a fuoco spento, con un coperchio sopra.

E il pane per l’hamburger?

Beh, per un ottimo panino con hamburger devi scegliere il pane giusto. Non deve sbriciolarsi, deve essere compatto in modo da assorbire bene il condimento. Si deve mordere e masticare con facilità. Il target di pane a cui stiamo pensando ha il diametro di almeno tredici centimetri ed è alto tre. La parte superiore, più friabile e meno resistente di quella inferiore, dovrebbe essere ricoperto di semi di sesamo. Sarebbe opportuno tostarlo leggermente, prima di metterci dentro l’hamburger.