Come pulire il fondo incrostato di pentole, padelle e tegami
15 Aprile 2021
parallax background

Come pulire tutti i tipi di pentole e padelle bruciate

Ciao! Benvenuto sul primo articolo del blog di Mamù Pentole.

Possiamo immaginare perché sei qui. Scommettiamo che ieri sera hai invitato a casa un paio di amici o amiche per vedere un film, e all’improvviso a tutti è salita voglia di pop-corn. Hai preso una pentola, ci hai versato i chicchi di mais, hai chiuso con il coperchio, acceso il fuoco e con tutta tranquillità ripreso la visione del film.

Dopo troppi minuti, il danno era già compiuto. Pochi chicchi scoppiati e pentola bruciata sul fondo, ora tutta da scrostare. Non ti è rimasto altro da fare se non cercare su google “come si pulisce pentola o padella bruciata”. Ed eccoci qui.

Come eliminare la bruciatura interna della pentola

Che le cose siano davvero andate così oppure no, il lieto fine è dietro l’angolo.

La buona notizia, infatti, è che puoi pulire la pentola bruciata all’interno senza spese aggiuntive, usando un metodo naturale con prodotti che hai già in casa.

I residui scuri depositati sul fondo possono essere rimossi con bicarbonato di sodio e succo di limone. Immergi la pentola per almeno quindici minuti in acqua tiepida con un cucchiaino di questa soluzione. Dopo un po’ riuscirai a rimuovere con facilità le incrostazioni. E avrai anche igienizzato il tutto, in un solo colpo.

Se ti rendi conto che lo sporco è presente solo in maniera superficiale, allora è possibile che tu riesca a rimuovere la bruciatura della pentola utilizzando acqua, bicarbonato e sale grosso. In questo caso, devi lasciare cuocere per trenta minuti a fiamma bassa.

Se invece non hai nessuna intenzione di perdere troppo tempo, ecco un altro trucchetto: riempi la pentola con acqua e detersivo, falla bollire e poi aspetta che la soluzione si raffreddi. Con un colpo di spugnetta avrai risolto il problema del fondo bruciato della pentola.

 

In questo articolo parliamo di come si pulisce una pentola o una padella bruciata. Sappi però che con Mamù non avrai bisogno di leggerlo.

Come eliminare la bruciatura esterna della pentola

Cosa succede, invece, quando una pentola o una padella - che siano o meno Mamù - presentano bruciature esterne? Questa situazione può capitare quando vengono esposte per troppo tempo a una fiamma troppo alta. Niente panico: anche qui basta un metodo naturale ed economico per farle tornare a brillare.

Il trucco numero uno è andare di gomito: prendi una spugnetta in alluminio (o comunque non abrasiva, se non hai quella in alluminio) imbevuta di aceto e strofinala sulla superficie esterna della pentola bruciata. Puoi anche applicare prima l’aceto e poi il bicarbonato direttamente sulla superficie: in questo caso fai passare qualche minuto prima di agire e risciacquare.

Se la situazione è più critica del previsto e queste soluzioni non dovessero bastare, passiamo alle armi pesanti. Procurati del rabarbaro fresco, immergi la pentola a bagnomaria in un contenitore colmo di acqua in ebollizione, aggiungi i pezzi di rabarbaro e vai di spugnetta. Vedrai che tornerà come nuova.

Come pulire una padella antiaderente

Se invece hai bruciato una padella con rivestimento antiaderente, puoi contare sul supporto del bicarbonato, sia che tu abbia un prodotto in ghisa, in alluminio, oppure di acciaio inox. Lascia a bagno la padella in acqua tiepida, aggiungi il bicarbonato di sodio e strofina con una spugna non aggressiva. Adesso sai come si pulisce una pentola o una padella bruciata!