ricetta pizza teglia
Ricetta pizza fatta in casa con teglia
25 Febbraio 2022
ricetta torta mimosa
Ricetta torta mimosa
1 Marzo 2022

Come riscaldare il latte: ecco i metodi più semplici

Oggi sveleremo il mistero dei misteri. Oggi daremo risposta al quesito dei quesiti, alla fantomatica domanda da un milione di dollari. Come si riscalda il latte? Scherzi a parte, può sembrare banale ma imparare le tecniche di base per poter riscaldare in modo corretto il latte può migliorare la tua vita. E quella dei tuoi pargoli, se ne possiedi uno. Scopriamo come.

Bollire il latte: pentolino o microonde

Per bollire il latte su un pentolino, assicurati che questo sia profondo. In questo modo il latte avrà abbastanza spazio per gorgogliare e salire di livello. Tienilo d’occhio e rimescolalo ogni due minuti, in modo che non trabocchi. Quando inizia a bollire, abbassa la fiamma così da non farlo bruciare. In genere è preferibile tenere per tutto il tempo una fiamma media.

Se devi utilizzare il latte per farci formaggio o yogurt, fallo riscaldare a fiamma bassa o media per una quarantina di minuti, rimescolandolo ogni tre minuti. Quando si sono formate le bollicine e inizierà a uscire il vapore, saprai che il latte sta per bollire.

Se invece vuoi più comodamente riscaldarlo nel microonde, mettine 250 ml in una tazza. Dovrebbe raggiungere temperatura ambiente in meno di un minuto e arrivare a ebollizione dopo due minuti. Può sembrare un gioco da ragazzi perché il microonde pare faccia tutto lui: in realtà dovresti rimescolarlo ogni 15 secondi per evitare che ribolla. E non vale se dimezzi la potenza del microonde.

 

Oggi sveleremo il mistero dei misteri. Oggi daremo risposta al quesito dei quesiti, alla fantomatica domanda da un milione di dollari. Come si riscalda il latte?Scherzi a parte, può sembrare banale ma imparare le tecniche di base per poter riscaldare in modo corretto il latte può migliorare la tua vita. E quella dei tuoi pargoli, se ne possiedi uno. Scopriamo come.

Bagnomaria

Se hai dei fornelli che non ti permettono di controllare la potenza della fiamma, puoi usare il metodo del bagnomaria. La procedura dovresti conoscerla già: versa quattro centimetri di acqua in un pentolino e falla sobbollire a fiamma bassa. Prendi una ciotola e mettila nel pentolino, facendo in modo che non venga a contatto con l’acqua (almeno tre centimetri di distanza). Lascia la fiamma al minimo, versa il latte nel recipiente e aspetta fino a quando non si formeranno bolle sui bordi e ci sarà un po’ di vapore. Ricorda di mescolare spesso. Con questo metodo il latte si riscalderà in maniera più lenta e uniforme.

Riscaldare il latte per un bambino

Tieni presente che il latte per un bambino (artificiale o materno) non dovrebbe essere troppo caldo, per due motivi: potrebbe ustionarlo oppure perdere i suoi valori nutrizionali. Ti servirà immergere il biberon in una ciotola con acqua calda, lontana dai fornelli. Se l’acqua dovesse raffreddarsi, sostituiscila. Non mettere il biberon nel forno a microonde, né sui fornelli. Se lo fai perdi la genitorialità. In entrambi i casi, infatti, il latte non si riscalda in maniera omogenea, senza contare che mettere un biberon di plastica a diretto contatto col fuoco… insomma, ci siamo capiti.


Se la pigrizia dovesse far parte del tuo DNA, a questo punto puoi pensare di acquistare dei riscaldatori per biberon. Ma noi non ne fabbrichiamo. Quindi, ti lasciamo al nostro utilissimo bollilatte che ti permetterà di risparmiare tutta la tua fatica.