cucinare con i bambini
Cucinare con i bambini in tutta sicurezza, è possibile?
30 Maggio 2022
ricetta pasta fredda
Ricetta pasta fredda
28 Giugno 2022

Cucinare senza grassi: ecco la soluzione perfetta!

Attenzione: in questo articolo non si parlerà di come perdere grassi ma di come cucinare senza grassi, che è diverso. E neppure ci scaglieremo senza pietà contro i grassi, perché alcuni di loro sono preziosi alleati per il corpo umano, che ne ha bisogno. Sono loro, per esempio, che trasportano le vitamine liposolubili, senza le quali il nostro corpo non sarebbe in grado di fare movimenti efficienti. Inoltre, forniscono energia e impediscono che il calore vada disperso. È vero però che non tutti i grassi sono utili. Vediamo quante cose conosci già su come cucinare senza grassi in cucina.

Sapore e benessere: cosa assumere e cosa evitare

Selezionare quali ingredienti accettare e quali ridurre incucina ti permette di mangiare in maniera sana e di generare un reale beneficio per il tuo corpo. Innanzitutto limita cibi contenenti grassi saturi: sono loro a causare maggiori danni per la salute, alzando il colesterolo nel sangue. Si annidano nei prodotti ad origine animale oppure a base vegetale come:


  • Carne.
  • Panna.
  • Burro.
  • Lardo.
  • Olio di palma.
  • Burro di arachidi.

  • I grassi monoinsaturi e quelli polinsaturi sono okay. I primi aiutano il sistema cardiocircolatorio, i secondi abbassano il colesterolo e prevengono alcune patologie come infarti, emorragie e ipertensioni. Quindi fai in modo che siano sempre presenti nella tua dieta:

  • Olive.
  • Oli vegetali.
  • Noci.
  • Avocado.
  • Uova.
  • Semi.
  •  

    Non tutti i grassi sono dannosi: impara a capire quali alimenti limitare. La cottura è essenziale per conservare i grassi buoni: usa sempre pentole e padelle antiaderenti.

    I metodi migliori per cucinare senza grassi

    Il modo in cui si prepara il cibo determina la conservazione dei grassi buoni e l’eliminazione di quelli dannosi. Sappiamo tutti che una buona cottura del cibo permette non solo di renderlo più digeribile ma anche che le proprietà nutritive siano più assimilabili. Tuttavia, una cottura eccessiva potrebbe azzerare il contenuto delle vitamine, dei minerali e degli amminoacidi naturali.

    In casi più gravi si può arrivare alla fase in cui si generano vere e proprie sostanze nocive: tipo quando fai bruciare la carne sui lati. Insomma – non per metterti pressione! – ma saper cuocere è davvero essenziale per poter gestire al meglio questa faccenda. Abbiamo dei consigli per te:

  • Cerca di utilizzare sempre pentole e padelle antiaderenti (Mamù, ovviamente): non c’è bisogno di utilizzare olio, o comunque di farlo in minima parte.
  • Prediligi strumenti dal fondo alto, capaci di garantire una cottura ottimale.
  • Puoi utilizzare l’olio spray, se proprio devi, in modo da gestire meglio le quantità.
  • Prendi strumenti che ti permettano di cucinare a vapore: questo metodo di cottura elimina i grassi e riduce le perdite di vitamine dagli alimenti. Non hai la vaporiera? Allora ti sarà utile il nostro articolo al riguardo.
  • Pensa di sostituire l’olio con l’acqua in fase di cottura.
  • Non arrostire, ma lessa gli alimenti con poca acqua e fuoco basso.
  • Spezie ed erbe sono condimenti molto utili per cucinare in maniera sana, leggera e gustosa.

  • Prendi questi comandamenti e portali nel mondo, adesso, partendo dalla tua cucina. Perché da una cucina sostenibile nasce un mondo più sostenibile.