cottura in casseruola
Cottura in casseruola: tutto quello che c’è da sapere
30 Agosto 2022
Ricetta plumcake vegano
Ricetta plumcake vegano
23 Settembre 2022

Tante idee per riutilizzare l'acqua di cottura della pasta

Pasta, pizze, torte, verdure: con le nostre pentole e padelle puoi davvero cucinare qualsiasi cosa. Oggi però non ti proponiamo una ricetta, ma ti parleremo di uno dei beni più preziosi al mondo, oltre che l’ingrediente alla base di ogni preparazione. Senza, un gustoso piatto di spaghetti al pomodoro sarebbe impossibile da realizzare. Esatto, stiamo parlando dell’acqua.

Come riutilizzare l’acqua di cottura della pasta

Senza mangiare potremmo resistere, ma senza bere no: e questo è un dato di fatto. Tante volte però non ci accorgiamo di quanta acqua sprechiamo: quando laviamo i piatti ma anche quando la usiamo per la cottura della pasta. Hai mai pensato di non gettarla nel lavello ma di riciclarla? E non vale rispondere “sì, per mantecare la pasta” perché non vale. No, parliamo di veri e propri riutilizzi che permettono di salvaguardare l’ambiente attraverso piccoli gesti con poco sforzo. E siamo pronti a condividere tutto con te.

Partiamo dalle basi scientifiche. L’acqua di cottura è ricca di amido e di sali minerali ottenuti durante il tempo passato insieme alla pasta. Grazie alla sua nuova composizione, questa acqua può essere riutilizzata non solo in cucina ma anche in ambiti diversi, come il giardinaggio, oppure per la propria beauty routine.

 

Come riutilizzare l’acqua di cottura della pasta: la versione per i pigri.


1 - Per il lavaggio dei piatti: lasciali in ammollo nell’acqua ancora calda e poi sciacqua via lo sporco con un po’ di detersivo naturale.


2 - Per la cottura delle verdure: essendo ricca di sali minerali e vitamine, l’acqua di cottura può essere usata per preparare zuppe, minestre e verdure.


3 - Per fare il pane in casa: avendo acquisito l’amido dalla pasta, l’acqua di cottura può essere utilizzata per dare al lievito una morbidezza e un sapore particolari.


Acqua di cottura della pasta per lavare i piatti

Riutilizzare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti è un ottimo metodo sia se possiedi una lavastoviglie sia se utilizzi braccia e mani. Prima bisogna mettere i piatti in ammollo nell’acqua ancora calda, in modo che lo sporco possa staccarsi via dalle stoviglie. A questo punto se metti tutto in lavastoviglie, otterrai una bella riduzione del consumo e della conseguente bolletta. Altrimenti se lavi a mano ricorda di aggiungere un po’ di detersivo naturale e sciacquare il resto dello sporco via.

Acqua di cottura della pasta per la cottura delle verdure

Sapevi che nell’acqua utilizzata per la cottura della pasta puoi cuocerci le verdure? Ora lo sai, e puoi evitare sprechi. Come anticipato prima, adesso hai a disposizione un’acqua con molti sali minerali e tante vitamine: perfetta per preparare dei piatti come zuppe e minestre. Non potrà coprire tutta la parte di acqua che ti serve, ovviamente, ma ne può assolutamente costituire la base.

Acqua di cottura della pasta per fare il pane in casa

Ti abbiamo già parlato dell’amido e dei sali minerali che l’acqua della cottura della pasta possiede, e ti abbiamo già parlato anche della possibilità molto semplice di produrre il pane fatto in casa. Adesso ti diciamo che puoi unire queste due conoscenze per utilizzare questo tipo di acqua per dare al lievito una morbidezza e un sapore particolare. Grazie a questo ingrediente, il pane si manterrà buono per più tempo: in un colpo solo hai risparmiato acqua e evitato di comprare del pane.

Altri utilizzi dell’acqua di cottura della pasta in casa

Questo tipo di acqua può essere utilizzato anche come brodo per cuocere al vapore le verdure oppure per rendere liquidi i condimenti densi come quello del pesto. Se non è salata, puoi usarla per lasciare in ammollo i legumi secchi, ma non per la loro cottura. O, sempre se non è molto salata, puoi utilizzarla dopo raffreddata per innaffiare fiori, piante e verdure d’orto.

Gli ultimi due utilizzi che ti consigliamo non riguardano invece la cucina: con l’acqua di cottura della pasta puoi preparare la pasta di sale con cui piace tanto giocare ai bambini piccoli oppure per preparare un impacco per capelli da usare prima dello shampoo. Da non sottovalutare neppure l’ultimo utilizzo: mettila in una bacinella e usala per un pediluvio rilassante, magari insieme a qualche goccia di oli essenziali.